L’uscita peggiore di sempre